Passa ai contenuti principali

Libri letti per voi





Il libro, destinato ai bambini di scuola primaria e secondaria di primo grado e alle loro famiglie, affronta il tema dell'alimentazione sana e sostenibile con un linguaggio accessibile e coloruto, basandosi su rigorosi saperi scientifici.

All'interno anche il simpatico gioco da tavola 'Il gioco del cibo!' e tante illustrazioni significative per accompagnare con curiosità i piccoli e i più grandi!

Strumento per: bambini 6-13 anni.



''Il piccolissimo Bruco Maisazio'' di Eric Carle.

Un piccolo libro cartonato che può essere utile per accompagnare i piccoli, e i meno piccoli, ad accettare i cambiamenti del corpo...come opportunità di crescita! All'interno tante immagini colorate e un racconto filastrocca molto simpatico.

Strumento per: bambini 3-8 anni.



''Svezzamento secondo natura'' di Michela Trevisan.

Come e quando introdurre alimenti sani e biologici nella dieta del bambino, evitando il cibo industriale e preconfezionato.

Un libro che sostiene lo svezzamento come atto di amore e di educazione. Davvero molto ricco di spunti pratici e ricette.

Strumento per: genitori.




Cipollino è il protagonista di queste avventure con tutta la sua esuberanza, la sua voglia di giustizia e il suo gusto dell'ironia e del sorriso. Ci troviamo in un mondo fantastico di frutta e verdura con buffi personaggi capaci di evocare fin dal nome (Cipollino, Pomodoro, il Principe Limone) caratteri e atteggiamenti. In sottofondo vengono affrontati diversi temi tra cui la solidarietà e l'amicizia.

I protagonisti molto caratterizzati nelle loro peculiarità, proprio perché nascono da una fantasia legata al cibo, aiutano a conquistare i bambini e a portare qualche sorriso in più nei confronti di alcuni incontri a tavola. 

Strumento per: bambini dai 9-10 anni o accompagnati da genitori bambini dai 3 anni in su. 







Nutrizione, Psicologia, Fitoterapia, Floriterapia, Pilates e Yoga sono tutte discipline che sostengono la centralità e il benessere dell’individuo. Il lavoro sinergico di queste professioni può rafforzare in maniera significativa i benefici sul singolo, inoltre offre spunti di confronto e di crescita molto interessanti. 

In queste pagine gli autori hanno riportato i post che hanno condiviso nei mesi di lockdown attraverso i social. Hanno affrontato argomenti e provocazioni che toccano il quotidiano e, cogliendo gli spunti che offrono le loro diverse professioni, hanno messo a disposizione riflessioni e consigli pratici. Tra i vari temi trattati: il rapporto con il cibo, alimentazione e bambini, svezzamento, ma anche disturbi intestinali, emicrania e molto altro.

Strumento per: genitori, educatori. 





In un'epoca e in una società in cui le pratiche di accudimento sono recepite sempre di più come un'insostenibile complicazione, è importante capirne l'origine e la funzione biologica, per accettarle e valorizzarle. Questo libro offre una visione ampia e olistica del significato di nutrire per accudire, numerosi spunti pratici e occasioni di approfondimento. Un testo per gli educatori, per chi si occupa di nutrizione pediatrica e, soprattutto, per la famiglia.

Una vera e propria poesia sul cibo...anche tra le righe dei capitoli più tecnici si ritrova costante la tenerezza dell'accudimento. "Offrire il cibo significa prendersi cura dell'altro, mescolando ad ogni pietanza i propri stati d'animo e le proprie attenzioni." E ancora "Il cuore della casa, l'ambiente fisico intorno al quale ruota la vita della famiglia, è come un grembo accogliente in cui il cibo della terra accresce e amplifica il suo valore quale strumento d'identificazione e socialità".

Strumento per: genitori, educatori.

Commenti

Post popolari in questo blog

Oggi Nino non ha fame

La sveglia suonò. Il suono era sempre lo stesso da quando Nino era nato.  Che suono? Il canto del gallo, naturalmente.  Alla mamma di Nino piaceva tanto svegliarsi con qualcosa che le ricordasse la sua infanzia. Era cresciuta in una fattoria d’altronde.  Ogni mattina si avvicinava al lettino di Nino, gli faceva una carezza e apriva la finestra per far entrare i raggi del sole.  - Forza pigrone, è ora di andare a scuola! Sì, Nino era davvero un pigrone.  Aveva proprio ragione sua mamma; lui adorava temporeggiare tra le lenzuola con il sole caldo sul viso.   La colazione lo attendeva a tavola; una super tazza di latte con cannuccia colorata e una fumante brioche al cioccolato.  Quella mattina però, quella brioche, era davvero gigante.  Immensa, grandissima, più grande del tavolo!  Nino fissava sorpreso quell’enorme brioche, incredulo nonostante l’evidenza.  Ma com’era possibile!?  - Dai, Nino mangia in fretta che dobbiamo andare a scuola! - gli disse la mamma.  Fermo immobile e con gli

Polpette di Miglio

Foto di Agnese Libanore - Starlet_eyes Ingredienti: 30 gr di miglio 150 ml di acqua 150 gr di verdure di stagione (es. carote, finocchi, biete) 1 uovo o 100 gr di tofu pangrattato di riso quanto basta 1 pizzico di curcuma 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Preparazione: Pulite le verdure e cuocete a vapore per 20 minuti. Lavate il miglio e cuocetelo in una quantità di acqua circa il doppio del suo volume, per 15-20 minuti. Lasciate raffreddare poi impastate le verdure cotte e schiacciate, il pangrattato, l’uovo (o il tofu) e la curcuma. Formate le polpette, posizionatele su una teglia e condite con un filo di olio. Lasciate dorare in forno (15 min a 180 °C) oppure su padella antiaderente. Perchè proporlo... Il miglio è un cereale ricco di carboidrati e di proteine. E' aglutinato quindi la ricetta è utile anche per chi deve seguire una dieta priva di glutine. Ben cotto è molto morbido e si adatta bene alla preparazione di polpette dalla consistenza omogenea. La prese

Eccoci finalmente online!

Eccoci finalmente online! Prima di raccontarvi chi é Nino. Dobbiamo fare una premessa. Quante volte i bambini rifiutano di assaggiare un piatto... quante volte non si vogliono sedere a tavola… e quante volte fissano con sguardo disarmato un piatto che vedono troppo pieno? E se smettono completamente di mangiare? O se al contrario cercano continuamente il cibo come senza sentire mai appagamento? Sono richieste di attenzione? Sono capricci? Affermano il loro io? Esprimono un disagio più profondo? Fino a quando è lecito lasciar correre e quando invece è opportuno preoccuparsi? Quali strumenti hanno i genitori per affrontare situazioni di conflitto? Quali sono le figure professionali di riferimento? Le domande sono davvero infinite; sarebbe strano non porsi tutti questi quesiti. Nino nasce per dare importanza al confronto, per non far sentire nessuno da solo. Serve per provare a far cambiare lo sguardo con il supporto di professionisti competenti. Vuole dare conforto e una direzione. Quan