Passa ai contenuti principali

Risotto caciotta e pere

Ingredienti (per 2 persone):
1 filo di olio extravergine di oliva
1 scalogno piccolo
circa 500 ml di acqua bollente
50 gr di caciotta
2 pere williams
150 gr di riso
brodo vegetale q.b.
olio/sale/pepe

Preparazione:
Private le pere della loro buccia e tagliatele a cubetti. Ponete il tutto in un pentolino con poca acqua (quanto basta per coprirli) e, dopo aver portato a bollore l'acqua, lasciare cuocere a fuoco medio per circa 15 minuti. Una volta spento il fuoco frullate utilizzando l'acqua di cottura per creare una salsa piuttosto omogenea (eventualmente aggiungere un po' di altra acqua se dopo la cottura non ne fosse rimasta a sufficienza per amalgamare le pere).
In una pentola a parte versare un filo di olio e.v.o. e lo scalogno pulito e tagliato a cubetti. Lasciare soffriggere insieme al riso. Aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale direttamente nella pentola del riso. Abbassare la fiamma e continuare a mescolare di tanto in tanto (verificare la cottura del riso scelto). Aggiungere pian piano altro brodo per completare la cottura senza lasciare asciugare troppo il risotto. Quando mancheranno 5-7 minuti al termine della cottura, unire la crema di pere e i cubetti di caciotta. Continuare a mescolare per il tempo rimanente e bilanciare l'aggiunta di acqua per evitare che il riso si asciughi troppo ma non dovrebbe neppure rimanere troppo asciutto.

Perchè proporlo....
Questo piatto a livello nutrizionale è completo in quanto il riso copre la parte dei carboidrati, la caciotta la parte proteica e lipidica, le pere sostengono vitamine e minerali generalmente inseriti attraverso le verdure.
Il vantaggio di questa ricetta è che mantiene una tonalità piuttosto decisa ma dolce, spesso gradita anche dai bambini più diffidenti. Sicuramente anche il colore neutro della preparazione potrebbe aiutare a conquistare anche i bambini che non apprezzano colori vivaci nel piatto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il gusto: come si sviluppa e come influenza le nostre scelte alimentari

Cosa influenza la nostra percezione del cibo?   Le caratteristiche legate strettamente agli alimenti come sapori, profumi, temperature e consistenze, colori e aspetto , ma anche tutte le sensazioni che accompagnano ogni esperienza nutrizionale come per esempio suoni, abitudini, esperienza pregressa, emozioni e stato d’animo.  Quindi in parole semplici: alcuni alimenti possono risultare gradevoli o meno per le sensazioni fisiche che ci regalano ma anche per il contesto emotivo in cui li conosciamo. Partiamo dal presupposto che la ricerca di cibo rappresenta un' ancestrale spinta vitale per la sopravvivenza e, tra le sensazioni emotive che accompagnano la degustazione di un pasto, emerge spesso il piacere come soddisfazione di questo impulso . Creare un rito gradevole e rassicurante, dalla scelta degli ingredienti alla preparazione e alla cura dell'ambiente e della compagnia, può aiutare a vivere l'esperienza del pasto come un'esperienza sensoriale significativa e

Libri letti per voi

'' Le Ricette di Nino. Un nuovo modo di vedere i piatti in tavola '' di Laura Sciacca. Le ricette proposte in questa piccola raccolta sono pensate per catturare l’attenzione e stimolare i bambini più diffidenti. Sono estremamente utili anche per i bambini particolarmente voraci, o semplicemente per ragazzi e adulti che vogliono cimentarsi in qualche ricetta particolare. Le originali fotografie di Agnese Libanore, che ritraggono e interpretano gli ingredienti principali delle ricette, sono nate con l’intento di incuriosire gli occhi di grandi e bambini. Un invito a scoprire quello che non ci aspettiamo e a notare dettagli che non sempre siamo abituati a cercare. Le ricette sono semplici e possono essere utilizzate per cucinare insieme ai bambini e sperimentare con colori, sapori e consistenze. Strumento per: bambini, genitori. '' Mangiando in allegria '' di Giusi D'Urso e Paola Iacopetti. Le Autrici rivolgono alle famiglie con bambini, con un testo al